28. ottobre 2019

Placche per interruttori della luce: il design moderno

Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando rischiaravamo la casa con le lampade a petrolio e ci sono persone che rimpiangono quei tempi, quando la vita era più dura ma anche più romantica, illuminata dalla tenue luce di una fiammella.

Nonostante i nostalgici possano guardare al passato con una discreta dose di nostalgia, è inutile negare che il progresso tecnologico e stilistico condizionino ogni elemento della nostra giornata. Tutta la routine quotidiana è scandita da invenzioni che fino a qualche decennio fa potevano essere considerate fantascienza e l’avvento tecnologico condiziona anche il gusto con cui andiamo ad arredare la nostra casa.

Diverse correnti di pensiero si scontrano sullo stile classico e quello moderno, su quello rustico e il minimalista. Non è necessario essere degli interior designer per esprimere una propria preferenza a riguardo, ma molto spesso si sottovaluta l’importanza di alcuni elementi messi in secondo piano.

Gli interruttori della luce sono sicuramente parte di questa nicchia.

 

 

Placche per interruttori luce moderne

Non che gli interruttori stessi non abbiano goduto di un’evoluzione nel corso degli anni, ma lo stile di per sé viene spesso ignorato da un occhio inesperto: la maggior parte delle case ospita i propri interruttori all’interno di cornici bianche o nere e anche quando si trovano delle placche più elaborate, magari con un motivo simil-legno, esse si sposano malissimo con il resto dell’arredamento.

Questo perché spesso si entra in possesso di una casa e ci concentriamo sul cambiare l’arredamento secondo il nostro gusto personale, non comprendendo che anche gli interruttori meritano la medesima attenzione.

In particolare in una casa moderna (a prescindere dal suo stile) è opportuno affiancare delle placche per interruttori moderne a loro volta, così che la mascherina per l’interruttore della luce non sia un elemento in disaccordo con il resto del mobilio, ma la ciliegia che ne corona lo stile.

Detto questo, cosa si intende con placche per interruttori moderne? In che modo una mascherina di plastica può fare la differenza tra pezzo d’epoca e passo in avanti tecnologico? Per comprenderne il cambiamento, è necessario cambiare il nostro punto di vista.

placche interruttori design

 

Placche per interruttori: design e funzionalità

Se un tempo la mascherina all’interno della quale si trovava l’interruttore della luce ricopriva solamente un ruolo estetico e igienico (in quanto impediva che le mani, spesso sporche, toccassero il muro bianco), oggi gli interruttori sono mutati e la placca stessa è diventata parte fondamentale dell’intero sistema.

Non si parla più quindi di un mero sfondo, ma di una fusione tra interruttore e placca per creare quelli che oggi vengono comunemente chiamati “interruttori touch”.

Ovviamente non sono solo queste a essere categorizzate come placche moderne, in quanto ne esistono decine di tipologie, ma oltre a rappresentare un successo da un punto di vista funzionale (in quanto questi interruttori possono ospitare molteplici funzioni contemporaneamente), sono un capolavoro anche da un punto di vista stilistico.

La maggior parte delle placche moderne opta per due stili: il nero, condiviso dagli interruttori touch e che tanto bene si sposa con lo stile meno rustico e il metallizzato/grigio che è invece meno formale, più asettico ed elegante.

 

 

Placche per interruttori della luce: quali scegliere?

Ed eccoci arrivati alla nota dolente, se vogliamo considerarla in questo modo, dell’evoluzione tecnologica e stilistica che hanno avuto le placche degli interruttori della luce.

Non è facile trovare una risposta a questa domanda perché non ne esiste una corretta, ma essa varia in base alla persona che se la pone. Lo stile perfetto per un utente potrebbe rivelarsi essere inadatto per molti altri, quindi come capire quale direzione si deve prendere?

Innanzitutto è bene non scindere l’aspetto stilistico da quello funzionale: l’interruttore deve essere bello da vedere e non un pugno in un occhio, perché la sua presenza sarà ripetuta in ogni stanza e potrebbe rendere frustrante vivere nella propria casa, soprattutto per coloro che sono particolarmente attenti allo stile.

Allo stesso tempo è bene pensare a che funzionalità vorremmo integrare all’interno della placca: certo, l’interruttore non è un muro portante e possiamo modificarlo in ogni momento, ma chi ben comincia è già a metà dell’opera.

Ci sono placche classiche che fungono solo da cornice per i nostri interruttori e altre placche che possiamo considerare “smart” dotate di molteplici funzioni. Alcune associano prese elettriche in concomitanza degli interruttori, altre permettono di avere alloggi in cui inserire delle luci di emergenza o dei led e altre ancora diventano dei veri e propri pannelli tecnologici attraverso i quali gestire la propria casa.

Lo scopo di questo articolo non è infatti quello di semplificare la scelta necessaria e neanche di enfatizzare eccessivamente il ruolo ricoperto dagli interruttori della luce in una casa, ma di sottolineare l’importanza che essi hanno se si vuole creare un ambiente che sia dotato di un’armonia stilistica da cima a fondo.